Quantcast

Sabbio Chiese, discarica in poligono di tiro. No patteggiamento per titolari

L'udienza è stata aggiornata a marzo. I forestali avevano scoperto tonnellate di pallini e piattelli non raccolti.

(red.) Nella giornata di ieri, mercoledì 2 dicembre, in tribunale a Brescia si è svolta un’udienza preliminare nel corso della quale è stato affrontato un processo per una discarica abusiva emersa al poligono di tiro Selvapiana di Sabbio Chiese, in Valsabbia. Nell’ambito dell’indagine, due dei tre titolari dell’impianto sportivo hanno chiesto il patteggiamento, d’accordo con l’accusa, per un anno di reclusione e 8 mila euro di multa.

Ma il giudice ha rigettato quell’accordo stabilendo una nuova udienza al prossimo 11 marzo 2021 e con un nuovo giudice e in rito abbreviato. Al processo si sono già costituiti parte civile la Lega per l’abolizione della caccia e Legambiente.

L’inchiesta dei carabinieri forestali aveva portato a scoprire tonnellate di pallini e pezzi di piattelli sparati e mai raccolti né smaltiti dai titolari. Sul luogo c’erano concentrazioni di piombo e idrocarburi anche fino a 600 volte oltre il consentito, insieme ad arsenico e vanadio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.