L’Aivec inizia le azioni legali contro gli organi dello stato

L'associazione italiana vittime emergenza covid 19 decisa a fare chiarezza su responsabilità e mancata informazione.

Più informazioni su

(red.) L’A.I.V.E.C. (associazione italiana vittime emergenza covid 19) dà il via alle azioni legali contro gli Organi di Stato. La ragione di tale decisione, si legge in una nota, è maturata dal dovere di evidenziare e denunciare le falle del sistema e condannare le ipotesi di violazioni normative e di principi anche di rango costituzionale prevedendo, al contempo, quale forma riparatoria un adeguato risarcimento del danno subito dalle vittime, affinché sia accertata la responsabilità degli organi istituzionali.

Secondo l’associazione, il parere degli scienziati più autorevoli chiarisce che si sarebbe potuta evitare o limitare la diffusione globale del virus, se gli organi istituzionali avessero prontamente ottemperato agli obblighi di informazione previsti dall’OMS. “Molte vite si sarebbero potuto salvare, ma anche ci saremmo risparmiati tante inutili ed illegittime limitazioni di libertà e diritti di valenza costituzionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.