Quantcast

Brescia, violentò un’anziana nel 2013: in carcere dopo la condanna

Un 66enne è finito dietro le sbarre per scontare una pena che gli è stata rifilata dal giudice. I fatti sette anni fa.

(red.) Nelle ore precedenti a mercoledì 5 agosto un uomo di 66 anni si è visto presentare alla sua porta gli agenti della Squadra Mobile della questura di Brescia che gli hanno notificato un mandato di arresto in carcere a Canton Mombello di Brescia. Infatti, dovrà scontare dietro le sbarre di una cella una condanna a 2 anni e due mesi di reclusione pronunciata dal giudice nei suoi confronti per le violenze perpetrate ai danni di una signora anziana di 79 anni.

L’uomo era accusato di violenza sessuale dopo i fatti commessi lo scorso 2013, periodo in cui l’anziana aveva denunciato il suo aguzzino. Gli agenti si erano sentiti dire dalla vittima che lei aveva cercato di difendersi dall’aggressione in casa con la poca forza che poteva avere nelle mani e nelle gambe.

Subito dopo l’uomo si era allontanato, ma l’anziana aveva allertato il 112 tramite il telesoccorso. Gli inquirenti avevano accertato una serie di situazioni ed episodi portando l’uomo alla sbarra. Incassata la condanna, la procura di Brescia ha emesso l’arresto nei suoi confronti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.