Rodengo, maltrattamenti in asilo: tre maestre in rito abbreviato

Il processo a carico delle tre educatrici è stato rinviato a dicembre. Insulti e spinte ai danni dei piccoli iscritti.

(red.) Nella giornata di ieri, giovedì 9 luglio, in tribunale a Brescia si è aperta l’udienza preliminare di un processo che vede alla sbarra tre giovani maestre d’asilo nido de “Le Spiagge delle Tartarughe” di Rodengo Saiano. Un’indagine della Squadra Mobile di Brescia e partita dopo la denuncia dei genitori di un bambino e di una ex dipendente, aveva portato a scoprire, installando anche una serie di telecamere all’interno, gli atteggiamenti non appropriati delle tre maestre.

Che avrebbero agito in quel modo dal 2017 fino al giugno del 2019 e ora, dopo l’obbligo di firma al quale sono state sottoposte, sono accusate di maltrattamenti aggravati in concorso. Le tre – due 30enni residenti nel bresciano e una 26enne – hanno chiesto e ottenuto di essere giudicate con il rito abbreviato e che, in caso di condanna, vedrebbe la pena scontata di un terzo. Al processo, che è stato rinviato a dicembre, alcune famiglie si sono già costituite parti civili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.