Quantcast

Furti batterie agli impianti di telefonia, 5 condanne e 2 assoluzioni

Ieri il giudice ha emesso le sue sentenze nei confronti di chi ha preferito farsi giudicare col rito abbreviato.

(red.) Nelle ore precedenti a giovedì 9 luglio dal tribunale di Brescia sono arrivate una serie di sentenze tra condanne e assoluzioni a carico di una banda di dodici persone che aveva colpito nel nord Italia rubando batterie dai gruppi di continuità degli impianti di trasmissione della telefonia mobile. Dopo gli arresti scattati per tutti, c’è chi ha patteggiato, altri sottoposti al dibattimento e infine al rito abbreviato.

Da quest’ultimo punto di vista sono arrivate cinque condanne e due assoluzioni. Tra le due assoluzioni, c’è anche quella di un bresciano di 44 anni. I condannati, invece, sono un 23enne di Scampia a 3 anni e otto mesi e gli altri tra 3 anni e mezzo, due a 3 anni e quattro mesi e 2 anni e quattro mesi. Un altro aveva patteggiato 4 anni e infine uno, in dibattimento, ha incassato una condanna a 4 anni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.