Ruba auto a infermiera, Sandrini in aula per processo

Liberato dopo tre anni di prigionia in Siria, ora deve rispondere di ricettazione in concorso con un complice.

(red.) Le sue vicissitudini passate sono note a livello nazionale per aver trascorso circa tre anni come prigioniero in Siria e prima di essere liberato. Ma ora Alessandro Sandrini, il 34enne bresciano di Folzano, è chiamato ad affrontare le conseguenze di tutti quegli episodi che lo avevano visto protagonista, anche se in negativo. Per esempio, ieri, giovedì 20 febbraio, in tribunale era in corso un’udienza di un processo a suo carico per ricettazione di un’auto.

In particolare, una Fiat Panda di un’infermiera operativa all’ospedale Civile di Brescia e che aveva rubato con un complice 50enne a Ferragosto del 2016. Quel giorno la donna, uscita dall’ospedale, non aveva trovato la propria auto facendo scattare la denuncia. E poche ore dopo quello stesso veicolo era stato trovato in possesso del 34enne e del complice al quale il tribunale ha concesso la messa in prova. Infatti, quella notte una pattuglia di Polizia che aveva fermato il veicolo aveva subito verificato qualcosa che non andava.

Il mezzo era stato sequestrato e poi restituito alla proprietaria, mentre i due erano stati denunciati. In seguito, come è noto, la vicenda giudiziaria dell’uomo di Folzano era passata in secondo piano a causa del periodo di prigionia che lo aveva tenuto lontano da Brescia per qualche anno. Ora dovrà affrontare il procedimento, aggiornato in autunno, anche se l’avvocato di Sandrini ha chiesto di valutare il caso per poter chiedere un rito alternativo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.