Leonessa, chiuse le indagini. 21 verso il processo

Erano stati arrestati lo scorso settembre. Alcuni di loro beccati a scambiarsi mazzette per evitare controlli.

(red.) Gli arresti che erano scattati lo scorso settembre 2019 avevano sollevato un polverone nel bresciano visto che si parlava di corruzione, con due dirigenti dell’Agenzia delle Entrate e altrettanti agenti della Guardia di Finanza coinvolti. Nelle ore precedenti a venerdì 14 febbraio, come dà notizia il Giornale di Brescia, il procuratore aggiunto Carlo Nocerino ha notificato l’avviso di chiusura delle indagini a carico di ventuno soggetti e chiesto al giudice di procedere con rito immediato.

Nel mirino dell’inchiesta, tra gli altri, erano finiti anche commercialisti e imprenditori con alle spalle altre condanne per reati fiscali. Tutti erano finiti nei guai per quanto riguarda l’inchiesta “Leonessa” che aveva portato a diciotto arresti, la maggior parte in carcere e altri ai domiciliari e accusati di corruzione. Tanto che nel corso delle indagini alcuni elementi sarebbero stati ripresi con telecamere nascoste mentre nel dare mazzette.

Il motivo? Evitare i controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate e delle Fiamme Gialle. Ma nei confronti degli accusati si valuta persino l’associazione mafiosa. In ogni caso, questo filone riguarda la corruzione e gli stessi imputati saranno il 19 marzo in aula anche per le fatture su operazioni inesistenti. Tra gli accusati di corruzione ci sono l’ex direttore generale dell’Agenzia delle Entrate Generoso Biondi, il dirigente dell’ente Alessandro De Domenico e due agenti della Finanza che avevano ammesso di aver incassato tangenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.