Brescia, occupano albergo Fornaci. Assolti tre attivisti

Avevano occupato l'edificio dal 2013 al 2018. Ma sono stati tutti assolti per non aver commesso il fatto.

(red.) Nelle ore precedenti a martedì 11 febbraio il tribunale di Brescia ha assolto nel processo di primo grado tre attivisti dei centri sociali del movimento Magazzino 47 e che erano imputati per occupazione abusiva dell’albergo Fornaci in via Corsica, in città. E per tutti è arrivata l’assoluzione per non aver commesso il fatto.

La struttura ricettiva, abbandonata, era stata occupata dal febbraio 2013 fino al novembre del 2018 da diverse persone. E tre di loro, compreso il rappresentante Umberto Gobbi, erano finiti alla sbarra. Tuttavia ha prevalso la tesi difensiva secondo la quale è stata portata la solidarietà agli occupanti senza casa e che anzi avevano migliorato la struttura degradata da tempo.

Infatti, l’hotel era stato sequestrato alla criminalità organizzata e affidato al Comune di Brescia per le finalità sociali del caso. Ad oggi tutti quelli che occupavano l’edificio, come emerge da Magazzino 47, hanno trovato una sistemazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.