Tenta di baciare una collega, ex cuoco viene condannato

1 anno e otto mesi per un ex addetto della Statale di Brescia. Era accusato di palpeggiamenti su sottoposta.

(red.) Nei giorni precedenti a lunedì 10 febbraio un ex cuoco (licenziato) attivo alla mensa dell’Università Statale di Brescia è stato condannato a 1 anno e otto mesi di reclusione (pena sospesa) con l’accusa di palpeggiamenti e tentata violenza su una collega. I fatti si sarebbero consumati il 27 luglio del 2017 quando l’uomo avrebbe molestato un’aiutante tentando con la forza di baciarla.

E pare che non fosse la prima volta, visto che un’altra dipendente del passato ha avuto il coraggio di ammettere quelle attenzioni solo dieci anni dopo rispetto a quella situazione. Degli episodi non ci sarebbero stati testimoni, mentre l’imputato ha negato tutte le accuse e sottolineando il fatto che la sua ultima vittima sarebbe stata coinvolta in un clima di tensioni. Ma per l’ex cuoco è arrivata la condanna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.