Avevano nascosto droga, armi e segni GdF. Due condannati

6 anni e otto mesi per uno, l'altro patteggia 5 anni. Erano finiti nei guai (e in carcere) lo scorso autunno del 2018.

(red.) Uno è stato condannato a 6 anni e otto mesi di reclusione, l’altro ha patteggiato cinque anni. Sono due imputati il cui caso ieri, mercoledì 5 febbraio, è stato affrontato dal tribunale di Brescia. Infatti, tra Brandico e Travagliato erano stati trovati in loro possesso diverse quantità di sostanze stupefacenti, armi e anche i segni distintivi della Guardia di Finanza.

Le accuse nei loro confronti – un 55enne di Roncadelle e un 51enne di Brandico – erano proprio quelle di traffico di sostanze stupefacenti, possesso e ricettazione di armi. Erano stat i carabinieri di Chiari nel 2018 a scoprire hashish, cocaina e marijuana e, nell’abitazione di Brandico del 51enne fino ad allora incensurato, anche uno spazio nascosto dove erano custodite una mitragliatrice con caricatore e munizioni, un fucile con proiettili, una pettorina della Finanza e varie parrucche.

Tra l’altro, le armi erano risultate di provenienza sconosciuta e quindi i due sono finiti a processo anche per ricettazione. A carico del 55enne di Roncadelle, in una stanza di Travagliato, era stata trovata altra marijuana. Al termine di quella perquisizione i due erano stati condotti in carcere dove sono attualmente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.