Francesco Prete nominato procuratore di Brescia

Il magistrato 61enne arriva dalla procura di Velletri. Ma il Csm si è spaccato nella scelta della nomina.

(red.) Da ieri, mercoledì 18 dicembre, con la nomina da parte del Consiglio Superiore della Magistratura, il tribunale di Brescia ha un nuovo procuratore capo. Si tratta di Francesco Prete, 61 anni, che attualmente guida la procura di Velletri. E’ da oltre un anno che il posto di coordinamento del palazzo di giustizia di Brescia è vacante dopo l’uscita di Tommaso Buonanno. E non è stato facile arrivare alla nuova nomina, tanto che il Csm si è spaccato con 12 voti dati a Prete contro i 7 a Fabio Napoleone e sei astenuti.

La procura di Brescia non opera solo sul territorio provinciale, ma anche sulle vicine Mantova e Cremona. In più si occupa di decidere nelle inchieste che riguardano i magistrati milanesi. Procuratore a Bergamo e poi a Brindisi, Prete è stato anche componente della Direzione distrettuale antimafia di Milano. In seguito ha guidato le procure di Vasto e infine a Velletri. Dall’inizio del 2020 opererà alla procura di Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.