Omicidio Crotti, Alessandri a processo dal 27 febbraio

Sarà un procedimento con rito abbreviato a carico della donna che si sarebbe disfatta della rivale in amore.

(red.) Nella giornata di ieri, giovedì 12 dicembre, i riflettori si sono accesi sul tribunale di Brescia dove era in corso l’udienza preliminare a carico di Chiara Alessandri. La donna è in carcere da quasi un anno, dallo scorso gennaio, con l’accusa di aver ucciso e di aver lasciato morire la rivale in amore Stefania Crotti. Nel corso dell’udienza di ieri l’avvocato dell’imputata ha chiesto e ottenuto che venga processata con il rito abbreviato e da qui si ripartirà il prossimo 27 febbraio. In quell’occasione, come ha annunciato lo stesso legale della Alessandri, saranno depositati dei documenti attestanti la condizione familiare in cui si trovava l’imputata.

Come è stato ricostruito finora dall’accusa, quasi un anno fa Stefania Crotti era stata convinta da un amico dell’accusata a salire sul furgone e bendata all’esterno dell’azienda dove lavorava a Cenate Sotto, in provincia di Bergamo. Si era sentita dire di andare dal marito e invece si era ritrovata nel garage di casa della Alessandri a Gorlago. Questa aveva avuto una relazione con il marito di lei e ha sempre detto di voler cercare un chiarimento.

Ma sarebbe scoppiata una lite e la presunta assassina avrebbe colpito la rivale con una martellata in testa. Poi avrebbe caricato il corpo moribondo della donna sulla propria auto e condotto tra le campagne di Erbusco, nel bresciano, prima di dargli fuoco. Anche l’autopsia, infatti, aveva confermato dalla presenza di fumo nei polmoni della Crotti l’idea che fosse ancora viva nel momento in cui le erano state appiccate le fiamme. Dal prossimo febbraio si valuterà la decisione del giudice.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.