Ex boss Maniero di nuovo al Riesame per chiedere libertà

In carcere a Voghera per maltrattamenti sulla moglie, chiedere per la seconda volta di essere scarcerato.

(red.) L’ex boss della Mala del Brenta Felice Maniero non demorde e tramite il suo avvocato ha chiesto di nuovo al tribunale del Riesame di Brescia di essere scarcerato. L’uomo, infatti, si trova detenuto dietro le sbarre dell’istituto di pena di Voghera dopo essere stato arrestato per maltrattamenti contro la moglie. Già lo scorso novembre Maniero si era rivolto al tribunale della libertà per chiedere di essere scarcerato, ma la sua istanza era stata rigettata.

E ora si è di nuovo presentato giustificando i motivi per i quali secondo lui non ci sarebbero pericoli di ricadere nel reato. Infatti, secondo il legale, l’uomo non avrebbe più alcun contatto con la moglie. E dall’altro lato farebbe fatica a restare in carcere in quelle condizioni. A questo si aggiunge il fatto che Maniero starebbe collaborando con un’altra procura. Ora i giudici di Brescia avranno cinque giorni di tempo per decidere se scarcerare l’ex boss o tenerlo dietro le sbarre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.