Quantcast

Mazzetta per evitare i protesti, condannata

2 anni e otto mesi di reclusione per Dora Cicalese. Venne arrestata in flagrante mentre in Comune incassava tangente da un imprenditore che aveva un debito.

(red.) Questa mattina, venerdì 27 settembre, il tribunale di Brescia ha condannato a 2 anni e otto mesi di reclusione l’ex segretaria del Comune di Concesio Dora Cicalese. L’accusa nei suoi confronti era quella di concussione per induzione.

La donna venne arrestata in flagrante in municipio nel momento in cui stava ricevendo una tangente da parte di un imprenditore che non voleva finire nel registro dei protesti. Secondo le indagini, questo era arrivato a dare fino a 1.000 euro all’impiegata per bloccare la pratica legata a un debito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.