Quantcast

Montichiari, fa prostituire incinta: viene condannato

2 anni e otto mesi in primo grado rifilati a un 39enne che aveva costretto due ragazze a svolgere prestazioni a pagamento in due appartamenti. Pena sospesa.

(red.) Ieri, lunedì 23 settembre, dal tribunale di Brescia è arrivata una condanna in primo grado a 2 anni e otto mesi di reclusione (pena sospesa) nei confronti di un 39enne. L’uomo, infatti, è accusato di aver fatto prostituire due ragazze, di cui una incinta, in altrettanti appartamenti presi in affitto a Montichiari, nella bassa. E il fatto più inquietante riguarda proprio l’idea che una delle due, di 32 e 29 anni, nonostante la gravidanza, fosse stata obbligata a svolgere quelle prestazioni sessuali a pagamento. Questo sistema era stato scoperto dalla Polizia Locale durante una serie di controlli sui contratti di affitto e analizzando chi si trovava nelle case da tenere in considerazione.

E si era così arrivati a due abitazioni tra le vie Cavallotti e Santo Casasopra e in via Guerzoni. Incrociando i dati degli appartamenti e degli intestatari con alcuni annunci a luci rosse pubblicati si è arrivati a identificare i casi sospetti. A quel punto gli agenti hanno condotto una serie di appostamenti e intercettazioni ambientali e anche sorpreso qualche cliente che ha dovuto ammettere cosa si facesse tra quelle stanze. I due immobili, di cui i proprietari non sono coinvolti e in regola con i contratti di affitto, erano stati sequestrati e lo sfruttatore finito a processo, incassando ora la condanna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.