Abuso edilizio, “assoluzione ex sindaco Borno“

Tentata induzione indebita l'accusa nei confronti di Vera Magnolini verso la quale la procura ha chiesto di liberarla. Il 26 settembre è attesa la sentenza.

(red.) Nelle ore precedenti a sabato 20 luglio al tribunale di Brescia si è svolta un’altra udienza nell’ambito del processo a carico di Vera Magnolini, ex sindaco camuno di Borno. L’ex amministratore è accusata di tentata induzione indebita per un abuso edilizio che comunque era stato compensato con una somma in denaro.

Per lei, in ogni caso, la procura ha chiesto l’assoluzione e dopo che lo stesso magistrato aveva chiesto l’archiviazione. Tuttavia, il giudice l’aveva poi imputata in modo coatto. Il procedimento è stato aggiornato al prossimo 26 settembre quando dovrebbe arrivare la sentenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.