Stamina, assolti quattro medici del Civile di Brescia

Il fatto non sussiste per il giudice della Corte d'Appello di Torino che ha pronunciato sentenza. Erano accusati di somministrazione di farmaci imperfetti.

(red.) Si conclude con l’assoluzione la vicenda giudiziaria dei quattro imputati per il caso Stamina e tutti legati all’ospedale Civile di Brescia. La sentenza è arrivata questa mattina, venerdì 21 giugno, dalla Corte d’Appello di Torino. E il giudice ha deciso di assolvere i quattro perché il fatto non sussiste. Sono, quindi, liberi l’ex direttrice sanitaria Ermanna Derelli, l’ex dirigente e legato al comitato etico Carmen Terraroli, la biologa Arnalda Lanfranchi e il pediatra Fulvio Porta.

Tutti nel processo di primo grado vennero condannati a 2 anni di reclusione e al pagamento di una multa di 30 mila euro e assolti dall’associazione a delinquere, abuso d’ufficio e truffa. L’accusa aveva chiesto di ridurre le pene rispetto all’esito di primo grado perché alcuni degli episodi contestati sarebbero stati prescritti. Infine, è arrivata l’assoluzione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.