Quantcast

Delitto Desirée, sentito in procura Giovanni Erra

L'uomo, condannato a 30 anni e che sta scontando nel carcere di Bollate, si è detto estraneo al presunto giro di pedofilia e anche dell'omicidio del 2002.

(red.) Quella di ieri, giovedì 20 giugno, è stata una giornata importante al tribunale di Brescia nell’ambito dell’inchiesta riaperta per l’omicidio di Desirée Piovanelli, uccisa a 14 anni da una serie di coltellate nel settembre del 2002 all’interno della cascina Ermengarda di Leno. Ieri è stato sentito come persona informata sui fatti Giovanni Erra, il 53enne di Leno e unico maggiorenne che quel giorno aveva partecipato, secondo l’accusa, al delitto della ragazza che si sarebbe sottratta a un tentativo di violenza sessuale.

L’uomo venne condannato 30 anni di reclusione che sta scontando nel carcere di Bollate. Ieri è stato sentito dal sostituto procuratore Barbara Benzi ora titolare del fascicolo e, da come emerso dagli avvocati di Erra, ha risposto alle domande. Si fa riferimento al fatto che, secondo un esposto presentato dal padre di Desirée, dietro il delitto ci sarebbe stato un giro di pedofilia e sesso con minorenni in cambio della vendita di cocaina.

Ma Erra si è detto estraneo a questa ipotesi e anche di aver partecipato all’omicidio. Prossimamente si attende anche l’istanza di revisione del processo che i legali del condannato hanno annunciato di voler presentare. Con Erra vennero condannati a 18, 15 e 10 anni anche tre amici della vittima e che erano minorenni. E’ previsto che anche loro verranno di nuovo sentiti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.