Quantcast

Castella 2, Tar respinge ricorso: ok a discarica

Il tribunale ha dato un giudizio tecnico sulla cava. Ma i ricorrenti sono scontenti del fatto che non si riconosca la posizione già stressata della zona.

Più informazioni su

(red.) Il Tar di Brescia dà il via libera al proprietario Garda Uno per realizzare la discarica Castella 2 tra Rezzato e Buffalora, nell’hinterland. Di conseguenza, ha respinto il ricorso presentato proprio da Rezzato e da altri Comuni vicini (anche Brescia) contro l’autorizzazione della Provincia. Niente da fare, quindi, al momento, per gli oltre 200 cittadini e i paesi di Borgosatollo, Mazzano e Castenedolo, così come il Codisa e Legambiente che speravano di non veder aprire un’altra cava. All’interno saranno smaltiti 905 mila metri cubi di rifiuti che fanno riferimento a scorie di demolizione e terreno da siti contaminati.

I ricorrenti speravano anche che il tribunale amministrativo, aldilà del giudizio tecnico, riconoscesse il fatto che la discarica sorgerà su un terreno già a rischio e stressato da numerose attività. E anche sulle polveri sottili, secondo il Tar, la cava avrebbe un’incidenza minima. Nell’ambito della stessa realizzazione, però, il bitumificio Gaburri a due passi dalla Castella 2 dovrà essere chiuso entro il 2019.

Nel ricorso presentato al Tar contro la nuova cava si faceva menzione anche del fatto che il sito nascerà vicino al parco delle Cave. Tuttavia, per i giudici non è compreso Rezzato, mentre una variante al piano di governo del territorio darebbe un’indicazione non molto precisa sull’espansione dell’area verde. Ora il Comune di Rezzato come capofila valuterà se impugnare la sentenza al Consiglio di Stato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.