Quantcast

Abusa delle sue pazienti, disposta una perizia

Il giudice cercherà di capire se il medico, operativo in passato anche Brescia, fosse capace di intendere e volere in quelle visite "morbose" a Cittadella.

(red.) Nella giornata di ieri, lunedì 20 maggio, al tribunale di Padova si sono ritrovate le parti nell’ambito dell’indagine su un medico, operativo anche a Brescia, che durante le sue visite al pronto soccorso dell’ospedale di Cittadella avrebbe abusato sessualmente di alcune pazienti. L’accusa ha già chiesto il rinvio a giudizio per violenza sessuale, ma il legale del professionista ha chiesto e ottenuto una perizia psichiatrica per il proprio assistito e capire se fosse capace di intendere e volere nel momento di compiere quei fatti.

Sono cinque le pazienti che hanno denunciato di essere rimaste vittime del medico nell’autunno del 2016. Per esempio, durante un’ecografia addominale avrebbe mosso troppo le mani e in modo sospetto, mentre altre donne hanno lamentato attenzioni ancora più morbose. Ora si attende l’esito della perizia per capire come potrà procedere l’eventuale processo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.