Paolo Scaroni, a Venezia ripreso il processo di appello

Ieri nuova udienza sul pestaggio del 2005 al tifoso del Brescia a Verona e a carico di alcuni poliziotti della celere di Bologna assolti in primo grado.

(red.) Nella giornata di ieri, venerdì 8 marzo, in tribunale a Venezia è ripreso il processo d’appello a carico dei sette agenti di Polizia della celere di Bologna accusati di aver picchiato il tifoso del Brescia Calcio Paolo Scaroni il 24 settembre del 2005 a Verona. Quel giorno si era disputato il match tra l’Hellas Verona e le rondinelle e al termine la comitiva bresciana stava tornando sui treni che li avrebbero riportati a casa. Ma Scaroni venne preso a manganellate durante quei momenti concitati, tanto da finire in coma per due mesi e attualmente invalido al 100%. La vicenda era approdata in un’aula di tribunale portando all’assoluzione degli agenti in primo grado.

Ma la Corte d’Appello di Venezia ha disposto di riaprire il dibattimento e quindi saranno di nuovo sentiti gli imputati, partendo proprio da ieri. E tra i testimoni ci sono anche l’ex responsabile della Polizia giudiziaria della procura di Verona, un altro tifoso del Brescia e un agente della Squadra Mobile di Padova. La Corte d’Appello ha deciso di accogliere il ricorso dell’accusa e del legale di Scaroni perché in primo grado non sarebbe stata sentita la sua versione dei fatti e nemmeno dei due amici che erano con lui. Il processo è stato aggiornato al 29 marzo quando saranno sentiti altri testimoni e in vista di una nuova data per la camera di consiglio e la sentenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.