Quantcast

Lorandi, lettera dal carcere: “Aiuto, sono innocente“

Il marmista di Nuvolera si è rivolto al proprio avvocato parlando del processo che lo ha visto condannato a vita per il delitto della moglie Clara Bugna.

(red.) Dal carcere in cui si trova e dove sta scontando l’ergastolo, il bresciano di Nuvolera Bruno Lorandi ha deciso di scrivere una lettera rivolta al proprio avvocato Alberto Scapaticci e poi resa pubblica per chiedere di non essere dimenticato e in cui continua a dirsi innocente. “Non è facile rassegnarmi all’idea di essere stato accusato, processato e condannato per un reato così infamante come l’uccisione della mia amata Clara. L’unica donna della mia vita” scrive il marmista 70enne di Nuvolera che è stato condannato al carcere a vita per il delitto della moglie Clara Bugna.

Mentre la Corte d’Appello di Venezia si era opposta alla richiesta di revisione del processo. Ma la battaglia andrà avanti perché il suo legale sta lottando alla ricerca di possibili prove con cui ribaltare l’esito. “Sono stato trasferito come un pacco postale in 5 carceri diverse e lontano dai miei cari. Ma ho sempre sperato che un giorno qualcuno potesse aiutarmi a dimostrare la mia innocenza” scrive ancora Lorandi, sottolineando come in tv tra i vari casi di delitti che vengono affrontati, non ci sia il suo bresciano.

Parla anche di “processi sommari” e di come “un uomo onesto e pieno di valori come lo sono stato io ne esce come un relitto spogliato di tutto, anche della propria dignità”. A questo aggiunge il fatto che da più parti viene ancora definito come l’autore dell’omicidio del figlio Cristian, nonostante la giustizia lo abbia assolto. E scrive anche di aver pensato di togliersi la vita, “ma sarebbe stato uno sbaglio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.