Quantcast

Abusi su minore, chiesti 10 anni per sacerdote

Richiesta nel processo con abbreviato per don Angelo Blanchetti. Per due anni avrebbe costretto un ragazzino verso il battesimo ad avere rapporti sessuali.

Più informazioni su

(red.) Martedì 24 aprile al tribunale di Brescia si è svolta una nuova udienza nell’ambito del processo che si sta celebrando con rito abbreviato a carico di don Angelo Blanchetti, l’ex parroco di Corna di Darfo Boario Terme accusato di abusi sessuali su un minore. Al termine della sua requisitoria, il pubblico ministero Ambrogio Cassiani a capo dell’inchiesta ha chiesto una condanna a 10 anni di carcere per il sacerdote.

A decidere, il 26 giugno, sarà il giudice Roberto Spanò e considerando che il rito abbreviato, in caso di condanna, porta a uno sconto di un terzo della pena. Su un altro fronte era già stato raggiunto un accordo per risarcire la vittima, con i soldi che serviranno al ragazzo presunta vittima e alla famiglia. Il giovane straniero sarebbe rimasto colpito dagli abusi di don Blanchetti dai 12 ai 14 anni e mentre seguiva un percorso religioso che lo avrebbe condotto al battesimo.

Ma in quella fase sarebbe stato più volte costretto ad avere rapporti sessuali con il sacerdote nell’abitazione del prelato. Quindi si era distaccato da lui e aveva proseguito la formazione a Milano tramite un altro prete al quale aveva avuto il coraggio di rivolgersi denunciando quanto avrebbe subito. Nel 2016 i carabinieri avevano poi trovato dei profilattici e sequestrato la coperta dove sarebbero avvenuti gli abusi. Fino all’arresto, poi i domiciliari e ora il processo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.