Quantcast

Sesso con allieve, 9 anni e 6 mesi per maestro karate

Udienza con rito abbreviato davanti al giudice e a carico di Carmelo Cipriano che ha ammesso, ma si è difeso. Nel corso della giornata arrivata sentenza.

(red.) Mercoledì mattina 28 marzo al tribunale di Brescia è iniziato il processo con rito abbreviato a carico di Carmelo Cipriano, il maestro di karate 42enne imputato di aver avuto rapporti sessuali con le allieve, a quel tempo minorenni, all’interno della sua palestra a Lonato del Garda, nel bresciano.

Nel corso dell’udienza il pubblico ministero Ambrogio Cassiani ha chiesto una condanna a 10 anni, considerando che in abbreviato la pena si riduce a un terzo. L’imputato, presente in aula, ha ammesso i rapporti sessuali davanti alla Corte, ma inquadrandoli nell’ambito di presunte relazioni amorose con le stesse ragazze. Al termine della mattina il giudice ha pronunciato la sentenza: 9 anni e sei mesi di reclusione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.