Quantcast

Strage Loggia, Tramonte di ritorno verso Brescia

Il ministro della Giustizia Orlando ha annunciato che l'ex fonte Tritone, condannato a ergastolo in definitiva, sarà estradato dal Portogallo da lunedì 18.

Più informazioni su

(red.) Maurizio Tramonte sarà estradato dal Portogallo verso l’Italia, a Brescia, nella settimana da lunedì 18 dicembre. Lo ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando riferendosi all’ex fonte Tritone condannato all’ergastolo in via definitiva, con Carlo Maria Maggi, per la strage di piazza Loggia del 28 maggio 1974. La sentenza finale da parte della Cassazione era arrivata a giugno e in quelle stesse ore Tramonte si trovava in Portogallo dove, braccato dalle forze dell’ordine, aveva detto di voler andare in preghiera a Fatima.

Dall’Italia in seguito era arrivata la richiesta al Paese lusitano di estradare il condannato, al quale lo stesso Tramonte si era opposto presentando ricorso alla Corte Suprema dello Stato. Ma alla fine di novembre il massimo organo giudiziario portoghese aveva respinto l’istanza, dando il via libera al ritorno in Italia dell’ex fonte dei Servizi segreti italiani.

Attualmente è detenuto e lo sarà anche a Brescia dove dovrà scontare il resto dei suoi giorni per l’attentato di piazza Loggia. Ai domiciliari, invece, per motivi di salute si trova l’altro condannato, Maggi, membro dell’Ordine Nuovo e ritenuto regista della strage.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.