Brescia, condanna per pennarello esplosivo

Il gip del Tribunale di Brescia ha condannato a 4 anni e quattro mesi Augusto Piccioli, a causa dell'esplosione del pennarello nella biblioteca di Rezzato.

Più informazioni su

(red.) Arriva la condanna per Augusto Piccioli, l’uomo a cui era scoppiato in mano un pennarello da lui costruito mentre si trovava all’interno della biblioteca di Rezzato lo scorso marzo. Il gip di Brescia ha deciso per 4 anni e 4 mesi, a carico dell’ex sottufficiale dell’Aeronautica.

L’uomo, che nell’esplosione ha perso un dito, si era dichiarato innocente, in quanto aveva ricevuto il pennarello in una busta anonima. L’avvocato di Piccioli, Giovanna Mainetti, ha già annunciato che presenterà ricorso in appello.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.