Quantcast

Chiari, succhia benzina, anziano condannato

Nel 2012 l'81enne aveva aspirato il carburante da un'auto parcheggiata, ma era stato sorpreso e denunciato. Sei mesi di carcere. Trent'anni di criminalità.

Più informazioni su

(red.) Nel 2012 aveva rubato la benzina da un’auto parcheggiata in un’area di sosta a Chiari, nel bresciano. Si era presentato con tanto di tanica e canna per prelevare l’intera quantità di carburante, ma era stato sorpreso dalla proprietaria e da un’amica di questa. Ma lui era riuscito a bloccarle e poi a scappare a bordo della propria Mercedes, rischiando di investire altre persone.

E giovedì 10 novembre, a distanza di quattro anni, è stato condannato. Il protagonista in negativo della vicenda è un uomo di 81 anni che deve scontare sei mesi di carcere (pena non sospesa) e pagare 200 euro di multa. La sentenza, per furto aggravato, è arrivata dal giudice del tribunale di Brescia ai danni dell’anziano nato sul Garda. Ma si tratta solo dell’ultimo episodio che lo ha visto coinvolto. In trent’anni, infatti, era finito più volte nel mirino delle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio.

E in quello del 2012 i carabinieri non hanno impiegato molto tempo per ricercare l’anziano e mettergli le manette in seguito alla denuncia da parte delle due donne. Già nel 1998 era stato arrestato per aver “vampirizzato” altre auto e l’ultimo episodio lo aveva visto protagonista poco tempo prima dell’ultimo fermo nel 2012. Anno dell’arresto che lo ha portato al processo e alla condanna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.