Quantcast

Brescia, processo per i Serenissimi di Venezia

Un centinaio di simpatizzanti ha manifestato venerdì davanti al tribunale mentre era in corso l'udienza iniziale per 48 indagati. Tutto rinviato al 3 marzo.

Più informazioni su

(red.) Venerdì 30 settembre il tribunale di Brescia è stato teatro di un presidio all’esterno da parte di un centinaio di manifestanti con tanto di bandiere rosse e gialle della Liga Veneta. All’interno del palazzo di giustizia, infatti, davanti al giudice Alessandra Sabatucci, era in corso l’udienza preliminare a carico di 48 “Serenissimi” indagati.
Tutti arrestati nel 2014 con l’accusa di aver organizzato l’occupazione di piazza San Marco a Venezia con un carro armato tanko. Dalla difesa degli imputati, però, è giunta la richiesta di trasferire il processo a Venezia, dove in effetti si sono svolti gli episodi. Su questo deciderà il giudice nell’udienza rinviata al 3 marzo. Brescia, infatti, era stata la sede del primo incontro con cui era stata predisposta l’occupazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.