Strage Cottarelli, 22 marzo nuovo processo

A Milano si celebra il terzo procedimento d'appello dopo che la Cassazione ha annullato due sentenze di condanna all'ergastolo per i cugini Marino.

Più informazioni su

Cottarelli(red.) Il 22 marzo a Milano si terrà la prima udienza del terzo processo d’appello per l’omicidio di Angelo Cottarelli, della moglie Marzenne Topor e del figlio Luca di 16 anni, avvenuto il 28 agosto del 2006 a Urago Mella, nel bresciano. Dopo la condanna definitiva di Dino Grusovin a vent’anni di carcere perché ha partecipato al delitto, tornano sul banco degli imputati i cugini trapanesi Vito e Salvatore Marino. Secondo l’accusa, i due insieme a Grusovin uccisero la famiglia nella villa di via Zuaboni dopo una rapina degenerata. Di quella tragedia si salvò solo Mario Cottarelli che abitava in un’altra casa con la compagna. Dal punto di vista giudiziario, il processo in primo grado aveva assolto i due cugini, salvo poi essere condannati all’ergastolo dalla Corte d’Appello di Brescia.
Ma la Cassazione, presso la quale i difensori avevano impugnato la sentenza, aveva rimandato gli atti per celebrare un nuovo procedimento di secondo grado, stavolta a Milano. Anche in quell’occasione i due Marino vennero condannati al massimo della pena e di nuovo palazzo Cavour aveva annullato la sentenza. Così a Milano riprenderà un nuovo processo, il terzo, d’appello. Nel nuovo procedimento, secondo quanto avrebbe stabilito la Cassazione, dovrà essere sentito anche Grusovin. Dopo l’udienza del 22 marzo, ne sarà celebrata un’altra il 16 aprile. Nuovo processo che si apre nel decimo anniversario della strage.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.