“Paraga sarà estradato a dicembre”

Dortmund ha accettato la richiesta italiana per far processare Hanefija Prijic a Brescia. Nel 1993 aveva fatto uccidere tre volontari in Bosnia.

Più informazioni su

Piric(red.) Hanefija Prijic, a capo del battaglione dell’esercito bosniaco che il 29 maggio del 1993 aveva teso un’imboscata ad alcuni volontari italiani, uccidendone tre, di cui due bresciani, dovrebbe essere estradato in Italia a dicembre. La notizia è riportata dal Corriere della Sera citando quanto detto da un giornalista da Sarajevo a Radio Onda d’Urto. Il commilitone, conosciuto con il nome di “Paraga”, era stato fermato il 27 ottobre del 2015 all’aeroporto di Dortmund, in Germania, dove era atterrato con un volo proveniente dalla Bosnia. E’ destinatario di un mandato di cattura europeo richiesto dalla procura di Brescia e confermato dal sostituto Silvia Bonardi.
A fine maggio del 1993 “Paraga” aveva bloccato un camion di volontari italiani che stavano portando gli aiuti umanitari alle popolazioni colpite dalla guerra dell’ex Jugoslavia. Aveva ordinato l’uccisione di Guido Puletti di 40 anni, residente a Brescia, Sergio Lana di 21 anni di Gussago e Fabio Moreni di Cremona. Christian Penocchio e Agostino Zanotti, invece, riuscirono a salvarsi e a testimoniare nel processo nel quale Prijic è stato condannato a 13 anni in Bosnia.
La giustizia tedesca non considera accettabili le motivazioni formulate dalla difesa per cui non debba più essere sottoposto ad alcun procedimento su quegli episodi. Per questo motivo Dortmund ha concesso l’estradizione di “Paraga” che dovrebbe avvenire entro il 2015. La nuova destinazione sarà il carcere di Canton Mombello o altri istituti di pena italiani. Poi ci sarà spazio per il processo al tribunale bresciano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.