Quantcast

Usura, avvocato bresciano assolto

Il legale Renato Pulcini era stato citato da un imprenditore al quale avrebbe prestato dei soldi. Un credito poi non più pagato e la denuncia.

Più informazioni su

tribunale slide(red.) L’avvocato bresciano Renato Pulcini è stato assolto dall’accusa di usura nel processo celebrato giovedì 17 settembre con rito abbreviato al tribunale di via Gambara. Dall’altra parte, invece, il giudice Luca Tringali che ha pronunciato la sentenza ha disposto la trasmissione degli atti della parte civile alla procura. Potrebbe scattare, infatti, una denuncia per calunnia, falsa testimonianza e false informazioni al pubblico ministero. La vicenda riguarda un imprenditore mantovano che si sarebbe trovato in una condizione economica fragile e avrebbe chiesto aiuto al legale.
Pulcini si sarebbe offerto di sostenerlo con un prestito e poi accollato il credito, però, stando alla parte civile, mai pagato. Per quel motivo, l’imprenditore ha poi denunciato l’avvocato e un altro imputato in due procedimenti, mentre il pubblico ministero Roberta Panico aveva chiesto a luglio l’assoluzione per il legale. Esito confermato dal giudice “perché il fatto non sussiste” e ha anche chiesto l’interrogatorio per il denunciante, perché la sua versione non sarebbe lineare. Le motivazioni della sentenza saranno pubblicate nei successivi novanta giorni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.