I beagle di Green Hill in tribunale per “testimoniare”

La Lav annuncia che mercoledì anche i cagnolini, protagonisti della chiusura della fabbrica, saranno in aula attraverso delle testimonianze.

Più informazioni su

(red.) Tanti beagle mercoledì daranno il benvenuto alla nuova udienza del Tribunale di Brescia per il processo a Green Hill. Ad annunciarlo è AgenParl.
“I cani salvati dalla vivisezione nell’allevamento-lager di Montichiari, con le “Famiglie dei beagles in affido”, consegneranno alla Lav il diario delle condizioni di vita dei beagle, tutti curati e coccolati, resoconto che sarà portato in Aula da Gianluca Felicetti presidente Lav e Ilaria Innocenti responsabile nazionale di settore, come custodi giudiziari e parte civile. La Lav risponderà così alla provocazione dell’avvocato della difesa, Luigi Frattini, che nell’ultima udienza del 29 ottobre scorso aveva tracciato un quadro apocalittico delle condizioni dei cani salvati in rapporto a quelle nell’allevamento. Per lui sarebbe bastata una ricerca su internet ma i dati che saranno diffusi testimonieranno proprio il contrario di quanto affermato.
Mercoledì in Tribunale sarà la giornata dell’ascolto dei sedici testi richiesti dal Pubblico Ministero Ambrogio Cassiani per sostenere le imputazioni di maltrattamenti e uccisioni di animali. Fra questi, veterinari, agenti del Corpo Forestale dello Stato,il direttore sanitario dell’Asl di Brescia Francesco Vassallo, consulenti informatici e dipendenti della stessa Green Hill”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.