Lancini in aula per la lettera a Napolitano

Il sindaco di Adro dovrà presentarsi l'11 ottobre all'udienza preliminare per i toni irrispettosi usati verso il presidente della Repubblica nel 2012.

(red.) Rinviata all’11 ottobre l’udienza preliminare per il sindaco di Adro Oscar Lancini per la durissima lettera al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, scritta a gennaio 2012.
Lo ha deciso gip del Tribunale di Brescia Cesare Bonamartini. Il sindaco dovrà rispondere di vilipendio al capo dello Stato. Nella lettera, infatti, Lancini si era lamentato per la concessione dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica all’imprenditore che aveva pagato la mensa scolastica, versando 10.000 euro, per i bambini che erano stati esclusi, poichè i genitori non avevano pagato il servizio. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.