Quantcast

Condannato l’immobiliarista-bandito

Cinque anni e 6 mesi per il 37enne che, oberato dai debiti, a febbraio aveva assaltato una banca a Klagenfurt. Arrestato durante la fuga, sconterà la pena in Austria.

(red.) Cinque anni e mezzo di carcere per l’assalto alla banca austriaca di Klagenfurt. Questa la sentenza di condanna per l’immobiliarista A. L, 37 anni, contitolare di  agenzie ed imprese edili con sedi a Milano e anche a Pontoglio, nel Bresciano.
L’imprenditore, l´8 febbraio scorso, improvvisandosi bandito, aveva rapinato la filiale della Volskbank, fuggendo poi a bordo del suo potente mezzo, una Bmw X5 che era stata poi intercettata lungo l’autostrada, diretta  in Italia.
Il processo si è svolto venerdì al tribunale di Klagenfurt. Il giudice monocratico gli ha inflitto cinque anni e sei mesi di reclusione, esaudendo di fatto le richieste del pm.
L’imputato dovrà scontare la pena nelle carceri austriache. L’immobiliarista, reo confesso (e per questo ha ottenuto le attenuanti), ha spiegato il gesto come dettato dai debiti accumulati e della necessità di onorare le pendenze proprio alla fine di febbraio.
L’uomo, al momento dell’irruzione, impugnava un’arma caricata con il colpo in canna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.