Quantcast

Dallera, “In A2A uomini competenti davvero”

Il presidente di Aib è intervenuto sulle nomine del consiglio di sorveglianza dell'azienda. "Servono specifiche e acclarate esperienze nella gestione".

(red.) La politica deve nominare in A2A consiglieri “che abbiano specifiche e acclarate esperienze nella gestione”. E’ il monito di Giancarlo Dallera, arrivato durante l’assemblea degli industriali bresciani, di cui è presidente. Martedì l’assemblea di A2A, società controllata dai comuni di Milano e Brescia, dovrà nominare il consiglio di sorveglianza dell’istituto, le cui liste sono già state depositate.
“Con preoccupazione e attenzione”, ha detto Dallera, “guardiamo alle nomine dei futuri consiglieri, che vorremmo asseverate da curricula fatti di comprovate competenze tecniche e gestionali e non di soli meriti partitici. Non dimentichiamo che A2A continua a essere una società la cui maggioranza è dei cittadini, e i cittadini vogliono efficienza e redditività. E’ ora di voltare pagina”. La frecciata arriva dopo le polemiche sul curriculum di Fausto Di Mezza nel quale l’ex assessore al Bilancio ha messo la famiglia di provenienza come referenze.
”La politica quindi deve nominare consiglieri che abbiano specifiche e acclarate esperienze nella gestione”, ha aggiunto Dallera durante i lavori dell’assemblea generale territoriale di Confindustria di fronte al neopresidente Giorgio Squinzi. ”Quando fu ipotizzato e realizzato il progetto di fusione tra Asm e Aem la nostra associazione aveva espresso apprezzamento per un’operazione all’insegna di un connubio tra la valorizzazione del patrimonio tecnologico-industriale di Brescia e la crescita delle potenzialità di mercato di Milano: i risultati non sono poi stati quelli attesi”, ha concluso Dallera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.