Quantcast

Resta a Brescia la nettezza urbana

Più informazioni su

Verrà inglobata in Aprica spa. Intanto si cerca un nome per la nuova società.


(v.p.) E' sempre più vicina la fusione tra Asm Brescia e Aem Milano. Il prossimo lunedì i consigli di amministrazione delle due utility si riuniranno per dare vita alla nuova società, che ingloberà parte delle competenze attualmente gestite dalle due aziende ex-municipalizzate.
Intanto resta ancora da definire il nome della super utility e il compito di individuare una rosa ristretta di nomi da sottoporre ai vertici per la decisione finale è stato affidato alla Inarea, la società specializzata in marchi e identità aziendali diretta da Antonio Romano.
Il presidente della multiutility di via Lamarmora, Renzo Capra, ha però chiarito alla stampa la collocazione futura di alcune attività aziendali. Asmea, guidata da Fausto Cancelli, resterà l'interfaccia con gli utenti, che continueranno a ricevere la stessa tipologia di bolletta. La nettezza urbana, sia per Brescia, sia per Bergamo, verrà invece scorporata, andando a ingrandire il giro di affari di Aprica, lo società di servizi per il territorio oggi controllata al 100% da Asm-Bas.
A Brescia, inoltre, resterà il cervello delle reti del teleriscaldamento e dell'elettricità. Anche il call-center, circa 40 persone, continuerà ad essere gestito in proprio, "visto che", ha commentato Capra, "ci siamo sforzati di rendere il servizio a misura di utente. Ricordiamoci inoltre che gran parte del nostro mercato è fatto da cittadini anziani, che hanno bisogno di essere seguiti e di rivolgersi a persone competenti e cordiali come i nostri ragazzi".
Nel frattempo, Aem ha nominato Paolo Manzoni responsabile della Information tecnology e Mauro Miglio a capo del M&A. I due nuovi dirigenti riporteranno al direttore generale Renato Ravanelli. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.