La fotonotizia di QuiBrescia

Confartigianato, una targa al merito a Ivano Salvatti

Il presidente del mandamento di Confartigianato Lumezzane e membro della Giunta, lo sorso 24 giugno ha prestato i primi soccorsi a due persone vittime di incidente lungo la 45 bis.

Brescia. Una segno simbolico, un momento toccante che ha rievocato un dolore ancora profondo. Un incidente fatale, drammatico e un gesto spontaneo, temerario che ha aiutato, nel possibile, gli immediati soccorsi. Un gesto di coraggio, quello di Ivano Salvatti, presidente del mandamento di Confartigianato Lumezzane e membro della Giunta, che fatalmente si trovava lungo la “45 bis” luogo dell’incidente che il 24 giugno scorso ha visto due giovani vite spezzate.

In occasione dell’ultima Giunta esecutiva di Confartigianato Brescia, prima della breve pausa estiva, il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti a nome di tutta la grande famiglia di Confartigianato ha consegnato una targa per l’impegno in ambito sociale per l’imprenditore lumezzanese, descrivendo come il suo gesto non sia stato inutile, anzi generoso e coraggioso anche grazie alla sua ventennale esperienza nel volontariato e in una società di oggi, sempre più presa dal egoismo e dal virtuale, piuttosto che dall’agire concreto e altruista. Come il gesto di Ivano che non ha esitato ad intervenire, mettendo a repentaglio la sua stessa incolumità.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.