Quantcast
Ctb Perlasca

Brescia, al Sociale “Perlasca. Il coraggio di dire no”

24/01/22

: - Inizio ore 20,30 - Fine ore 23

Attenzione l'evento è già trascorso

(red.) In occasione della Giornata della Memoria, che cade il 27 gennaio, il Centro Teatrale Bresciano propone “Perlasca. Il coraggio di dire no” di e con Alessandro Albertin, per la regia di Michela Ottolini, spettacolo inserito nella programmazione della Stagione 2021-2022 “E ti vengo a cercare”.
È la straordinaria storia di Giorgio Perlasca ad andare in scena, la storia di un uomo che, pressoché da solo, nell’inverno del 1944-1945 a Budapest riuscì a salvare dallo sterminio nazista migliaia di ungheresi di religione ebraica inventandosi un ruolo, quello di Console spagnolo, lui che non era né diplomatico né spagnolo.
Lo spettacolo, prodotto da Teatro de Gli Incamminati in collaborazione con Overlord Teatro, che vede il patrocinio della Fondazione Giorgio Perlasca, sarà in scena lunedì 24 gennaio alle ore 20,30 al Teatro Sociale di Brescia (via Felice Cavallotti, 20).

Siamo nel 1943 a Budapest, Perlasca è un commerciante di carni italiano di trentatré anni ricercato dalle SS, l’unità paramilitare del partito nazista. La sua colpa è quella di non aver aderito alla Repubblica di Salò. Per i tedeschi è un traditore e la deve pagare.
In una tasca della sua giacca c’è una lettera firmata dal generale spagnolo Francisco Franco che lo invita, in caso di bisogno, a presentarsi presso una qualunque ambasciata spagnola. In pochi minuti diventa Jorge Perlasca e si mette al servizio dell’ambasciatore Sanz Briz per salvare dalla deportazione quanti più ebrei possibile. Quando Sanz Briz, per questioni politiche, è costretto a lasciare Budapest, Perlasca assume indebitamente il ruolo di ambasciatore di Spagna. In soli quarantacinque giorni, sfruttando straordinarie doti diplomatiche e un coraggio da eroe, evita la morte a più di cinquemila persone.

A narrare la vicenda, l’appassionato ed emozionante monologo di Alessandro Albertin che con straordinaria bravura porta in scena la storia di questo grande uomo e di numerosi personaggi che l’hanno affiancato nella sua incredibile avventura a Budapest nell’inverno 1944-45. Una storia necessaria, che non è possibile non conoscere, un esempio che fa riflettere sulla possibilità che sempre ci è data di compiere una scelta, di agire. Perché è sempre possibile contribuire a cambiare il corso della storia.

Modalità di acquisto:  biglietteria del Teatro Sociale (Via Felice Cavallotti, 20 – Brescia); Tel. 030 2808600; e-mail biglietteria@centroteatralebresciano.it
Orari: da martedì a sabato ore 16.00 – 19.00 – domenica ore 15.30 – 18.00; 60 minuti prima dell’inizio di ogni spettacolo saranno in vendita esclusivamente i biglietti per la serata stessa. Biglietteria telefonica t. 376 0450011
Secondo gli stessi orari del botteghino, è disponibile la biglietteria telefonica al numero 376 0450011. Si informa che agli acquisti effettuati e pagati con carta di credito, tramite il servizio di biglietteria telefonica, verrà applicata la maggiorazione pari al 2,5% del costo dell’abbonamento o biglietto; Punto vendita CTB in Piazza della Loggia, 6 – Brescia (da martedì a venerdì ore 10.00-13.00, escluso i festivi); on-line sul sito www.vivaticket.it e in tutti i punti vendita del circuito VIVATICKET

L’ingresso del pubblico, i percorsi di entrata e uscita, la disposizione delle sedute e del palcoscenico sono realizzati nel pieno rispetto di tutte le linee guida e le prescrizioni di sicurezza stabiliti dalle Autorità competenti, per garantire agli spettatori, al personale di sala e agli artisti la piena tranquillità nello svolgimento di tutte le fasi della serata di spettacolo.
In ottemperanza al Decreto-Legge del 26 novembre 2021 n. 172, l’accesso in Teatro avviene su esibizione del Super Green pass, a partire da 1 ora prima dell’inizio dello spettacolo; in ottemperanza al Decreto-Legge del 24 dicembre 2021 n. 221, è obbligatorio indossare la mascherina FFP2.

 

 

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!