Quantcast

Energia green: i numeri del fotovoltaico per il territorio lombardo

Più informazioni su

    (red.) La Lombardia è una delle regioni italiane che ha cercato maggiormente di incentivare il passaggio al fotovoltaico, stanziando numerose risorse nel bando Accumulo Fotovoltaico, che già nel 2019 aveva ottenuto un notevole successo portando all’esaurimento in breve tempo dei 4,4 milioni di euro previsti inizialmente. L’obiettivo è diffondere in maniera capillare sul territorio l’acquisto e l’installazione di batterie presso le utenze domestiche già in possesso di pannelli solari, o che hanno intenzione di acquistarli, coprendo alla popolazione il 50% delle spese sostenute.

    In questo modo, i cittadini e la Regione andrebbero incontro a dei vantaggi considerevoli, grazie alla possibilità di immagazzinare l’energia generata dai pannelli senza che venga utilizzata tutta in una prima mandata. Così facendo l’impianto riuscirà a coprire il 75% del fabbisogno energetico di una famiglia media, solo ed esclusivamente attraverso l’autoproduzione. Inoltre riusciranno a essere gestite le situazioni di sovratensione e a essere prevenuti i blackout, in virtù della messa a disposizione di una piccola parte della capacità di accogliere l’energia da parte degli utenti. Tutto ciò consentirà la diminuzione delle emissioni e la protezione dell’infrastruttura.


    Alcuni numeri in Lombardia

    La regione Lombardia dal punto di vista dell’installazione impianti fotovoltaici in zone quali Brescia, Bergamo, Milano e altre città lombarde può contare il maggior numero di sistemi in Italia, aggirandosi attorno ai 125.250 impianti. Va detto che a livello nazionale c’è una forte concentrazione di pannelli solari specialmente nel Nord Italia, che ha puntato molto sulla produzione di energia elettrica green. La Lombardia si trova inoltre al primo posto degli impianti entrati in funzione nel 2018, mostrando la capacità della regione di anticipare le tendenze in materia di fonti rinnovabili, ponendosi come esempio da seguire a livello nazionale. Per chi cerca il fotovoltaico a Brescia, il Gruppo Mossali si mette al servizio del cliente per seguire tutte le fasi di installazione e messa in opera dei pannelli fotovoltaici.

    Quanto può produrre in media annuale un impianto fotovoltaico? Si stima 1.100 kWh ogni anno per kWp installato.

    Per calcolare la generazione annua di elettricità va considerato il processo di invecchiamento dei pannelli, che subiscono un calo fisiologico di circa lo 0.8% ogni dodici mesi. Di solito il ciclo di vita di un impianto è stimato intorno ai 25 anni quindi, considerando un’installazione da 10 kW, è possibile produrre 220.000 kWh di elettricità pulita senza emettere direttamente anidride carbonica nell’atmosfera. Lo spazio occupato da una struttura di queste dimensioni può essere di 83 metri quadrati se i moduli vengono posti su un tetto, altrimenti se l’idea è quella di installarli a terra, la superficie aumenta di circa 110 metri quadrati. I vantaggi in termine di risparmio sono notevoli, anche se naturalmente dipendono da quanto si consuma istantaneamente e dalle modalità con cui si fa. In provincia di Brescia è sceso di parecchio il prezzo degli impianti, diventando accessibile alla maggior parte dei cittadini. In questa zona il costo oscilla per kW tra i 2.000 e i 2.200 euro. È la grandezza dell’impianto a fare la differenza: più sarà grande, minori saranno le spese del singolo kW installato.


    Le caratteristiche del fotovoltaico

    Gli impianti fotovoltaici vengono di solito collocati sui tetti delle case, anche se prima di procedere all’acquisto è importante verificare l’idoneità della zona in cui andranno apposti. L’obiettivo degli impianti fotovoltaici è quello di sfruttare i raggi del sole per convertirli in energia elettrica, attraverso il loro incanalamento nelle celle dei moduli che compongono i pannelli solari. In base alla loro composizione, si può fare una distinzione tra varie tipologie di pannelli, tra cui spiccano quelli a concentrazione, che hanno dalla loro la possibilità di essere direzionati a seconda della posizione del sole, aumentandone di gran lunga l’efficacia.


    I suoi vantaggi

    Nelle zone di Brescia, e in generale in tutta la Lombardia, si è cercato di spingere su quelli che sono i vantaggi derivanti dall’installazione di un impianto fotovoltaico, sia a livello del singolo che della comunità. Se sempre più persone si convertiranno a questa fonte rinnovabile, si riuscirà a creare un sistema green che gioverebbe a livello regionale, riducendo drasticamente l’inquinamento. I sistemi d’accumulo promossi da Regione Lombardia permettono al cittadino di raggiungere una sua indipendenza energetica, risparmiando sui costi delle bollette, perché non si rende necessario acquistare ulteriore energia per il proprio fabbisogno quotidiano.

    Oltre a economizzare, può esserci la possibilità di conseguire alcuni piccoli guadagni, qualora il singolo utente decidesse di aderire al servizio di scambio sul posto, cedendo parte dell’energia conservata a GSE, ottenendo in cambio del denaro. Tante le agevolazioni fiscali messe in atto per rendere appetibili gli impianti fotovoltaici, sia per le installazioni residenziali che per quelle aziendali. Il maggiore investimento quando si vuole inserire il fotovoltaico nel proprio contesto abitativo o lavorativo, è dato dalla sua collocazione e installazione iniziale, ma col passare degli anni ci sarà un ritorno economico che andrà a coprire e superare tutte le spese effettuate nella prima fase di vita dell’impianto.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.