Quantcast

Fondazione Cogeme: rinnovato il Cda

Nominato il nuovo Consiglio della Onlus: presidente è il senatore leghista Raffaele Volpi. Cambiato anche il segretario. Critiche dal centrosinistra.

(red.) In casa Fondazione Cogeme c’è aria di rivoluzione. La Onlus, fondata dalla multiutilities rovatese per sostenere progetti e iniziative a favore delle comunità locali e del territorio franciacortino, ha cambiato in toto i propri vertici.
Lascia, dopo un decennio al timone del sodalizio di via XXV Aprile, Giovanni Frassi, ex vicesindaco di Castegnato per gli allora Ds. Frassi era dal 2002, anno della nascita del sodalizio, a capo della Onlus.
Il nuovo presidente è Raffaele Volpi (eletto all’unanimità), senatore della Lega Nord, lo stesso partito a cui appartiene il numero uno di Cogeme spa, il rovatese Dario Fogazzi. Leghista anche il nuovo vicepresidente, la 28enne Maria Paola Bergomi, assessore alla Cultura del Comune bresciano di Castrezzato.
A maggioranza la scelta del nuovo Consiglio di amministrazione, che non ha ricevuto il voto favorevole di Gianluca Delbarba, ex presidnete di Cogeme spa e ora membro del Cda della stesa società, in quota centrosinistra. Il via libera degli altri consiglieri Dario Fogazzi, Marco Bonandrini,  Mirco Guidetti ed Eugenio Taglietti è stato comunque sufficiente a nominare i membri di Cogeme Onlus: Gabriele Archetti, Giacomo Fogliata, Alessandro Pozzi, Giovanni Quaresmini e Daniela Gerardini, sindaco di Passirano e unica vicino al Pd. A completare di diritto il sodalizio ci sono gli stessi Fogazzi e taglietti, rispettivamente presidente e consigliere di Cogeme Spa.
Dopo la nomina, il presidente Volpi ha ringraziato il presidente uscente Giovanni Frassi per l’impegno svolto nei primi dieci anni di vita della Fondazione. Volpi ha poi sottolineato come, per il legame con le comunità locali e le competenze, il nuoco Cda rappresenti certamente una positiva sintesi di professionalità, rinnovamento ed esperienza.
Le novità non si fermano però al Cda. Anche il segretario da ieri ha un nuovo nome. Al posto di Simone Mazzata, braccio destro dell’ex presidente Frassi, ci sarà Alessandra Tabacco, anch’essa espressione diretta dello schieramento del Carroccio.
In un comunicato, Fondazione Cogeme ha riferito che le nuove nomine rispondono a criteri di rappresentanza territoriale e di competenza sui temi su cui opera la Fondazione. Lo spostamento verso il centrodestra, e la Lega Nord in particolare, non è però piaciuto a tutti. A farsi portavoce dei mal di pancia interni a Cogeme, ed in particolare dei sindaci che fanno riferimento al centrosinistra, è Antonio Vivenzi, primo cittadino Pd di Paderno Franciacorta, uno dei comuni che per primi, insieme a Passirano, ha sposato le politiche di sostenibilità ambientale proposte da Cogeme Onlus negli ultimi anni.
Secondo Vivenzi quella avvenuta all’interno della Fondazione non è stata una scelta all’unanimità, ma una decisione arbitraria, ricordando che, negli anni passati, con una presenza più forte di Amministrazioni vicine al centrosinistra era garantita una maggiore pluralità. Tuttavia Vivaldini ha dichiarato di non essere preoccupato per i progetti che ci sono in campo, perché il neopresidente Volpi ha più volte dimostrato, anche in passato, di apprezzare l’operato di Cogeme Onlus.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.