Referendum, nel Bresciano ha votato il 38,72%. C’è tempo fino alle 15

Leggermente sotto la media nazionale l'affluenza alle 23 di domenica sera. Meglio negli otto comuni in cui si vota per il sindaco: 53,52%. Oggi seggi aperti fino alle 15.

(red.) Oggi si vota ancora,  fino alle ore 15.  In tutta Italia, infatti, le sezioni elettorali riaprono questo mattina di lunedì 21 settembre, dalle 7 alle 15. Subito dopo inizia lo spoglio delle schede.
Ieri, domenica, il primo dei due giorni è terminato con la chiusura dei seggi avvenuta alle 23 esatte. L’affluenza è stata superiore alle attese, nonostante la paura del coronavirus che costringeva a procedure  di voto speciali per l’emergenza sanitaria: mascherina obbligatoria, disinfezione delle mani e distanziamento.
Nella nostra pèrovincia sono chiamati alle urne 931.531 cittadini per il referendum confermativo sul taglio dei parlamentari. Inoltre 58.257 bresciani possono votare anche per rinnovare il consiglio comunale e scegliere il nuovo sindaco in 8 comuni della provincia tra 27 candidati alla poltrona di primo cittadino espressione di 40 liste.

L’affluenza alle 23 di ieri sera, domenica 20 settembre, è stata discreta ma non eccezionale. Per il referendum confermativo sulla riforma costituzionale che riduce il numero dei parlamentari, in tutto il Bresciano è andato a votare il 38,72% degli aventi diritto (la media nazionale è stata del 39,8%).
Nella sola città hanno votato in 52.915, pari al 38,2% degli aventi diritto.

E’ andata meglio negli otto paesi della provincia in cui si vota per le comunali: l’affluenza alle 23 di domenica sera è complessivamente del 53,52% (sopra la media nazionale che è stata del 49,44% nelle località in cui si votava per le amministrative). Ecco la percentuale paese per paese.
Capriano del Colle 57,82%
Corte Franca 55,19%
Lonato del Garda 50,57%
Magasa 48,53%
Quinzano d’Oglio 60,44%
Roncadelle 54,01%
Rovato 49,91%
Travagliato 56%

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.