Quantcast

Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, “un tavolo di lavoro condiviso per Brescia”

(red.) Confindustria Brescia ha lanciato, come capofila del progetto, un tavolo di lavoro condiviso – aperto a tutti i principali attori del sistema economico e istituzionale – che possa consentire di cogliere a pieno le opportunità offerte dal PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

“Quella che prende il via da Brescia è una progettualità forte e condivisa, che possa consentire un approccio di sistema, e strutturato, al PNRR – commenta Franco Gussalli Beretta, Presidente di Confindustria Brescia –. Vogliamo avanzare proposte di ampio respiro, consapevoli che il fare sistema sarà, più che mai, il principale fattore di successo. In particolare, ci siamo mossi seguendo una precisa metodologia di lavoro: abbiamo deciso di chiederci cosa fosse davvero contenuto nel PNRR e come agire per sfruttarlo nel migliore dei modi, partendo una forte volontà di selezionare quei progetti in cui Brescia potesse eccellere.
Per questo motivo, le prime progettualità che vorremmo identificare includono sia proposte in qualche modo già attivate sul territorio dai vari soggetti, con diversi livelli di maturità, sia proposte ancora potenziali, che grazie al PNRR possano trovare pieno compimento, a vantaggio del territorio bresciano. Siamo consapevoli che, con un’azione concertata, avremo l’occasione di sfruttare nel migliore dei modi le importanti opportunità offerte dall’Europa con il Recovery Plan: in questo senso, pensiamo che quella lanciata da Brescia sia un’azione con un forte valore non solo economico, ma anche solidale, perché in grado di impattare in modo positivo su tutto il territorio.”

 

L’iniziativa avanzata da Confindustria Brescia prevede tre distinte fasi.

  1. La progettazione e l’approccio metodologico. La Governance di progetto prevede il coinvolgimento di più parti: università e centri di ricerca, istituzioni, sistema bancario e altri soggetti chiave, aggregatori di competenze, interessi e progettualità. Confindustria Brescia vuole sviluppare un modello di approccio forte e concreto a beneficio di tutto il sistema, nel suo ruolo di traino dello sviluppo industriale ed economico sul territorio. Un approccio sistemico permetterà, in particolare, di agire in modo efficace, ottimizzando le competenze.
  2. L’identificazione dei progetti. Per l’identificazione dei progetti prioritari è fondamentale la valutazione dell’impatto, con riferimento agli obiettivi sia di breve che di lungo del territorio. Confindustria Brescia, a giugno 2021, ha presentato il risultato di un importante progetto, #BresciaRegeneration che, anche con il supporto di personalità chiave nei diversi ambiti, ha cercato di mappare le caratteristiche della provincia ed i gap, con riferimento alle sfide dei prossimi 10 anni. L’obiettivo è stato quello di identificare gli elementi critici su cui investire, per rappresentare un importante punto di riferimento per lo sviluppo economico, sia a livello nazionale che internazionale. Dal progetto #BresciaRegeneration si possono derivare importanti obiettivi, che incontrano le sfide poste dal PNRR, e consentono una sistemica valutazione di impatto. In questo senso, l’analisi di rappresentatività di una progettazione PNRR per il territorio non può prescindere dal considerare che circa il 90% delle aziende del territorio sono PMI. Questo impone un importante sforzo nella promozione «del fare sistema» per cogliere anche opportunità sfidanti
  3. L’analisi e la pianificazione. Il calendario del progetto, dopo le prime riunione di team interno e gli incontri con i Vice presidenti delegati di Confindustria Brescia – a cui rimandano i 5 principali obiettivi di impatto (creare importanti vantaggi competitivi per le aziende del territoriopotenziare le infrastrutturediventare un importante polo di ricerca, innovazione e attrazione di eccellenzesviluppare competenze chiave sul territorio e migliorare la qualità della vita) – prevede un pianificazione degli incontri con le istituzioni e gli altri soggetti coinvolti, le prime analisi delle linee di investimento con identificazione di obiettivo, tipo di misura, voce di aggregazione, potenziali impatti e timing, la raccolta delle proposte progettuali dai soggetti coinvolti e le prime analisi sui presupposti abilitanti la possibilità di attrarre risorse e opportunità per i progetti identificati.

Il PNRR sarà il tema principale della prossima Assemblea Generale – sessione pubblica – di Confindustria Brescia, intitolata “Mobilitiamoci” e in programma a Pisogne nell’area ex Ala lunedì 18 ottobre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.