Quantcast

Banca Valsabbina, partnership con Coface

L'accordo prevede, per le imprese clienti, di acceder prodotti assicurativi a sostegno dello sviluppo e della protezione del business.

(red.) Coface, azienda che si occupa di assicurazione del credito, e Banca Valsabbina hanno siglato un accordo di collaborazione.

La partnership strategica vede al centro la promozione delle polizze assicurative Credito e Cauzioni di Coface presso le imprese clienti di Banca Valsabbina che, grazie all’accordo, potranno accedere all’intera offerta e ai prodotti di Coface in Italia a sostegno dello sviluppo e della protezione del business.

“La partnership che abbiamo siglato con Banca Valsabbina si inserisce perfettamente con la nostra strategiadi distribuzione”, ha sottolineato Ernesto De Martinis, Ceo di Coface in Italia e Head of Strategy Regione Mediterraneo & Africa.

“Grazie a questo accordo, Coface in Italia avrà la possibilità di accedere ad un nuovo bacino di realtà imprenditoriali legate ai territori della Lombardia e del Veneto, del Piemonte e dell’Emilia Romagna, supportandole efficacemente con la vicinanza, l’attenzione e la comprensione delle esigenze che caratterizzano da sempre il suo approccio”.

“La collaborazione con Coface, tra i leader internazionali del settore dell’assicurazione del credito, ci permette di arricchire ulteriormente l’offerta alla nostra clientela di imprese, che rappresenta una componente strategica per il nostro Istituto”, ha commentato Hermes Bianchetti, responsabile Divisione Business di Banca Valsabbina. “Un accordo sinergico importante, che accogliamo con particolare soddisfazione, per sostenere con ancora più forza e concretezza il nostro servizio a sostegno dello sviluppo del business delle nostre aziende clienti, grazie a soluzioni efficaci e consulenza dedicata, sia per il mercato italiano che per l’export”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.