Quantcast

Ubi Banca, tante conferme nelle controllate

Nessuno scossone nelle banche "minori". Solo due pensionamenti: Emilio Zanetti (Popolare Bergamo) e Giuseppe Calvi (Commercio Industria).

(red.) Poche novità nelle nomine dei veritice della galassia Ubi Banca, realtà finanziaria nata dalla fusione tra la bresciana Banca Lombarda e la bergamasca Bpu. Secondo notizie di agenzia, infatti, nelle liste approvate dal consiglio di sorveglianza, tutti i presidenti delle società controllate del gruppo sono stati confermati, ad eccezione della Popolare di Bergamo e della Commercio Industria, dove gli ultraottantenni Emilio Zanetti e Giuseppe Calvi hanno fatto un passo indietro in ossequio alla nuova politica sui limiti di età adottata dal gruppo.
Zanetti, dopo aver lasciato lo scorso anno la presidenza del consiglio di gestione di Ubi Banca, dà l’addio anche alla presidenza della Popolare di Bergamo, nel cui consiglio entrerà il figlio Matteo, che già sedeva in quello della Commercio Industria. Il suo posto sarà preso da Giorgio Frigeri, attuale presidente del consiglio di gestione di Ubi Banca.
Calvi saluta invece la presidenza della Commercio Industria, che verrà affidata all’ex presidente di Confindustria Bergamo, Alberto Barcella. Confermato al Banco di Brescia il presidente Costantino Vitali. Resta nel Cda anche Francesca Bazoli, figlia del presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.