Quantcast

Turismo, torna la moda delle agenzie di viaggio

Secondo stime non ufficiali, sarebbero il 10-15% in più i bresciani delusi dalle truffe on-line e che quest’anno si sono rivolti agli operatori turistici.

Più informazioni su

(red.) La prenotazione on-line ha di certo i suoi vantaggi: comodità, nessun costo di intermediazione, rapidità nell’acquisto. Ma certo manca il contatto diretto con l’operatore, nonché i consigli esperti di chi ha la professionalità che serve per garantire un servizio come si deve. E, non ultimo, il rischio truffe. E infatti sono sempre di più le persone he scelgono di ritornare alle vecchie prenotazioni in agenzia.
A testimoniarlo Battista Merigo, titolare dell’agenzia bresciana Amerigo Viaggi e nel consiglio direttivo di Abivt (l’Associazione Bresciana Imprese Viaggi e Turismo, aderente a Confesercenti Brescia). Secondo Merigo, nell’estate 2013 l’incremento delle prenotazioni effettuate nelle agenzie sarebbe pari a un 10-15%. Una cifra non indifferente. L’inversione di tendenza è quasi ertamente da attribuire alle pessime esperienze con le prenotazioni in rete capitate a molti vacanzieri.
Se in internet non esiste una figura che si assuma le responsabilità delle prenotazioni, le care vecchie agenzie di viaggio, che a loro volta si appoggiano a uno o più tour operator, si accollano la garanzia della qualità del viaggio. Da non sottovalutare anche l’aspetto economico: se la prenotazione on-line esige il pagamento immediato e anticipato della spesa, le agenzie pretendono solo un 25% di acconto e il pagamento del saldo finale solo a pratica completata. Resta il fatto che la prenotazione via web ha modificato radicalmente il servizio degli operatori turistici a cui spetta il compito di sapersi adattare alle nuove tecnologie, offrendo un servizio snello, agile e poco dispendioso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.