Quantcast

Pompiano-Franciacorta, sì al bilancio Bcc

Nonostante la difficile congiuntura la Banca di Credito Cooperativo ha chiuso con un utile di 8,4 mln di euro. E ha aperto due nuove filiali, a Brescia e a Milano.

(red.) Il bilancio consuntivo del 2011 per la Bcc di Pompiano-Franciacorta si è chiuso con un utile di 8.4 milioni di euro.
Un risultato di cui il presidente Sergio Girelli si è detto soddisfatto, pur nella difficile congiuntura attuale.
I dati dell’attività della banca bresciana sono emersi nel corso della riunione dei 340 soci che si è svolta domenica alla facoltà di Ingegneria di via Branze in città. L’assemblea ha approvato il bilancio.
bene anche i risultati della raccolta diretta, in crescita di poco più dell´1% a quasi quota due miliardi, gli impieghi, aumentati dell´1,8 % (un miliardo e 900 milioni di euro) e il patrimonio, che supera i 300 milioni.
La banca ha toccato quota 2689 soci, con 50 mila clienti e 50 filiali nelle province di Brescia, Bergamo, Cremona, Lecco, Monza Brianza e Milano. Due i nuovi punti operativi aperti nel 2011 a Brescia città e a Milano, la prima inaugurata nel capoluogo lombardo.
Per quanto riguarda poi l’andamento dei primi due mesi del 2012 le sofferenze ci sono, e si sentono, ma in misura inferiore al temuto.
L’utile si è attestato infatti a 2,7 milioni, gli impieghi hanno segnato uno 0,31% di crescita nello stesso periodo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.