Quantcast

Edison, Tassara dichiara guerra a Edf

La holding di Romain Zaleski, che detiene il 10% di Edison, ha deciso di avviare una battaglia legale sulla congruità del prezzo di 0,84 euro dell'Opa.

Più informazioni su

(red.) La Carlo Tassara, holding del “bresciano” Romain Zaleski, che detiene il 10% di Edison, ha deciso di avviare una battaglia legale sulla congruità del prezzo di 0,84 euro dell’Opa che il gruppo Edf vuole lanciare sulle minoranze di Edison dopo l’accordo con Delmi che prevede il cambio di controllo di Foro Buonaparte con l’ascesa di Edf all’80,7%.
L’a.d della holding di Breno (Brescia), Mario Cocchi, lo aveva preannunciato e la scorsa settimana ha preso carta e penna e ha inviato una lettera al collegio dei sindaci di Edison e presentato un esposto alla Consob.
Cocchi contesta i valori stabiliti per le transazioni, prima il 50% di Edipower a Delmi, poi il prezzo proposto da Edf per l’Opa, ipotizzando un premio di maggioranza occulto.
Cocchi, inoltre, ritiene di essere stato ingiustamente estromesso all’ultima riunione dei consiglieri indipendenti Edison perché riconosciuto ‘correlato’ in quanto membro del CdG di A2a (Tassara ha 2,5% della multiutility di Brescia e Milano).
La battaglia è aperta e non è escluso, spiegano fonti, che le parti vengano convocate prossimamente dalla Consob per i chiarimenti di merito. La Consob vuole vederci chiaro nella vicenda, soprattutto sui valori attribuiti a Edison ed ha chiesto nuove informazioni al gruppo Edf dopo un primo esame al termine del quale non aveva fornito una valutazione conclusiva ma aveva ventilato l’ipotesi di un rialzo del prezzo dell’offerta.
Secondo quanto scritto da Il Messaggero, Cocchi sostiene che il prezzo di vendita di Edipower alla holding Delmi è troppo basso e ciò vorrebbe dire che nella transazione per cedere Edison a Edf sulla base di un valore di 0,84 euro gli italiani avrebbero di fatto pagato di più. Da qui l’ipotesi di un premio di maggioranza occulto. Consob smentisce indiscrezioni di stampa secondo cui l’autorità sarebbe orientata a chiedere il ritocco del prezzo dell’Opa di Edf su Edison da 0,84 a 1 euro.
Lunedì la testata specializzata Quotidiano Energia ha indicato l’ipotesi del prezzo di 1 euro e il titolo Edison in Borsa ha reagito con un rialzo dell’1,93% a 0,87 euro, in controtendenza rispetto al listino.
Nella stessa giornata Gabriele Albertini, presidente Edipower, ha dichiarato che quasi sicuramente non manterrà il suo incarico dopo il riassetto di Edison. Per l’ex sindaco di Milano la presidenza andrà al rappresentante di Iren.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.