Quantcast

Imposta di soggiorno, in vigore dal 2012

La maggioranza dei sindaci veronesi e bresciani del Garda (29 su 33) ha dato il via libera all’introduzione della tassa a carico dei turisti.

Più informazioni su

(red.) L’imposta di soggiorno verrà applicata. A partire dal 2012 secondo le tariffe già ipotizzate.
La maggioranza dei sindaci veronesi e bresciani del Garda (29 su 33) ha dato il via libera all’introduzione del balzello a carico dei turisti.
Quanto costerà la tassa alle tasche dei villeggianti?  Due euro a notte per il soggiorno in hotel a 5 stelle, 1 euro nei 3 e 4 stelle, 0,50 negli alberghi a 1 o 2 stelle e nelle altre tipologie ricettive (case per ferie, b&b, ecc.). Per i campeggi sarà tra 0,40 e gli 0,80 euro, a seconda delle amministrazioni comunali che potranno decidere il periodo entro cui applicarla (il periodo massimo è tra il 1° aprile e il 31 ottobre e quello minimo tra il 1° giugno e il 30 settembre).
Esenti i ragazzi fino al compimento dei 15 anni. Una commissione aperta ai rappresentanti degli albergatori pianificherà l’utilizzo del fondi derivanti dall’imposta e le opere realizzate con tali introiti.
Quattro comuni hanno detto ‘no’: Limone e Tremosine nel Bresciano, Lasize e Malcesine nel Veronese, ma c’è anche come, nel caso del comune di Gardone Riviera chi pensa che sia preferibile applicare una tariffa forfettaria giornaliera

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.