Quantcast

Ottava edizione di Bilanci d’Acciaio: premiate due aziende bresciane

Più informazioni su

(red.) In occasione di Bilanci d’Acciaio, siderweb per l’ottavo anno ha premiato le aziende della filiera siderurgica che si sono distinte per i migliori tassi di crescita e redditività.
La giuria, presieduta da Claudio Teodori, professore ordinario dell’Università degli Studi di Brescia, e composta da Gianfranco Tosini e Stefano Ferrari dell’Ufficio Studi siderweb, ha preso in considerazione le aziende inserite nello studio Bilanci d’Acciaio 2021, raggruppandole in cinque categorie: produzione di acciaio (semiprodotti, acciai inossidabili, acciai comuni e legati); prima trasformazione (fabbricazione di tubi, laminazione di semiprodotti); distribuzione; centri servizio; commercio di rottame e ferroleghe.
Sponsor unico delle premiazioni è Coface, società leader a livello mondiale nell’assicurazione del credito. Bilanci d’Acciaio 2021 è stato ospitato al BPER Banca Forum Monzani di Modena, sponsorizzato da BPER Banca, Coface e Regesta.
Ecco i 5 vincitori dell’ottava edizione di Bilancio d’Acciaio:

 

Prima trasformazione – Tubisteel srl (Vi)
TubiSteel produce un’ampia gamma di tubi saldati nei diversi tipi di acciaio inox della serie 300 austenitici, duplex, super duplex, titanio e tutte le leghe del nichel. Tutti i tubi sono formati e saldati longitudinalmente con processo di saldatura Tig, Arco Plasma e Arco Sommerso. Ha sede a Schio, in provincia di Vicenza. Nel 2018 ha festeggiato il trentesimo anno dalla fondazione e ha vinto il premio Bilancio d’Acciaio nel 2017 e nel 2020.

Commercio di rottame e ferroleghe – RMB spa (Bs)
Dal 1981, RMB è attiva nel recupero e valorizzazione dei rifiuti, in particolare dei metalli. È una delle principali piattaforme polifunzionali d’Europa per il trattamento finalizzato al recupero di rifiuti speciali, pericolosi e non: è del 2014 l’Autorizzazione Integrata Ambientale di 620.000 Ton. RMB esegue il totale ciclo d’attività, articolato in oltre 20 sezioni produttive, esercitando un controllo completo in tutte le fasi di lavorazione. Si è infatti dotata di un “Protocollo di gestione Rifiuti” che definisce in dettaglio ogni fase della lavorazione.

Centro servizi – Franchini Lamiere spa (Bs)
Franchini Lamiere è nata a Brescia negli anni Settanta e oggi ha sede a San Zeno Naviglio, su una superficie coperta di 30mila metri quadrati e con raccordo ferroviario interno. Lavora lamiere da treno e coils, sia laminati a caldo che laminati a caldo decapati e oliati con il corretto spessore e proprietà per le differenti applicazioni. Ha una capacità produttiva di 200mila tonnellate l’anno e un magazzino da oltre 70mila tonnellate. Dispone di 4 linee di spianatura e di una linea di taglio per il taglio nastri.

Distribuzione – Tubifal srl (Co)
Tubifal ha sede a Carbonato, in provincia di Como, è parte del Bianco Group ed è specializzata nella lavorazione interna di tubi in acciaio. Il nome stesso è nato come fusione tra la parola “tubi” e le tre principali lavorazioni meccaniche eseguite: foratura profonda (F), alesatura interna (A) e levigatura interna (L). Queste lavorazioni vengono eseguite sia in conto terzi che realizzando, principalmente, semilavorati su commessa. Ha vinto il riconoscimento Bilancio d’Acciaio anche nel 2019 e nel 2020.

Produzione di acciaio – Acciaierie Valbruna spa (Vi)
Fondata nel 1925, Acciaierie Valbruna è leader nella produzione di prodotti lunghi in acciaio inossidabile, leghe di nichel e titanio. Conta circa 2.500 dipendenti e ha una produzione annua di 200mila tonnellate di acciai speciali ad alta qualità. Ha quattro stabilimenti produttivi: due in Italia (a Vicenza e Bolzano); uno negli Stati Uniti (a Fort Wayne, IN) e uno in Canada (a Welland, Ontario). Nel 2020 ha celebrato i 95 anni di attività.

I REQUISITI – Essere inclusi nello studio Bilanci d’Acciaio; avere un valore della produzione annuo per l’esercizio 2020 (ultimo anno del triennio esaminato) superiore ai 5 milioni di euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.