Quantcast

Assegni di invalidità, Locatelli: “Ipotesi restringimento Inps mi preoccupa”

(red.) “Apprendo con estrema preoccupazione quanto divulgato dall’Inps riguardo al restringimento degli assegni di invalidità e condivido, dunque, il disappunto espresso da numerose associazioni che rappresentano le persone con disabilità. A quanto apprendo sembra che per ricevere l’assegno non si debba prestare alcuna attività lavorativa, neanche minima, che produca reddito, a prescindere dalla misura del reddito stesso. Tale sentenza rischia di creare gravi incertezze alle tante persone con disabilità che fino ad ora hanno potuto contare sull’assegno di invalidità e che ora potrebbero rimanere escluse”.  Lo dichiara Alessandra Locatelli, assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di Regione Lombardia, in merito al documento dell’Inps sugli assegni di invalidità.

 

“Stando alle notizie di oggi – prosegue l’assessore Locatelli –  molti lavoratori con disabilità si troverebbero di fronte ad una scelta assurda, ovvero rinunciare al lavoro o rinunciare alla provvidenza. Si tratta di migliaia di persone che, oggi più che mai, vista la grave crisi sociale che stiamo attraversando, non possono essere lasciate sole e private di questo contributo. Il ministro alla Disabilità Erika Stefani è già intervenuto per chiedere chiarimenti e Regione Lombardia si affianca a questa legittima richiesta per ribadire la necessità di far prevalere il buonsenso”.

 

“L’ente che più di altri dovrebbe occuparsi della tutela delle persone più fragili – ha concluso l’assessore Locatelli – non può permettersi di assumere una scelta miope che vanificherebbe tutti gli sforzi fatti fino a oggi per la promozione dei percorsi di autonomia e la piena inclusione delle persone con disabilità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.